Lunedi a Venerdì: dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00
02 35 90 52 10 | Gruppi | spazio media |

FLE : suo patrimonio

Halle Baltard

Padiglione Baltard detto architettura originale che evoca i famosi mercati di Parigi costruiti da Baltard.

Victor Baltard, nato a Parigi il 10 Giugno 1805 e morì a Parigi 13 gennaio 1874, è un architetto francese che ha lavorato a Parigi durante il Secondo Impero. E 'particolarmente famoso per le Halles de Paris ha fatto tra il 1852 e il 1872. Queste sono state demolite nel 1972-73 con l'eccezione di uno dei padiglioni (il "Pavillon Baltard"), che è stato elencato monumento storica ed è stato rimontato a Nogent-sur-Marne. E 'stato responsabile per il restauro di numerose chiese e tombe diverse.

L'architetto (nome sconosciuto) che ha lavorato a Forges, in gran parte ispirato dal suo collega e la moda del tempo. E 'stato il mercato posto i maiali o vitelli in fondo. E 'stato chiuso sui 4 lati nel 1970 per essere utilizzato per memorizzare un business locale. Oggi solo la struttura metallica ancora visibile ricorda l'architettura del XIX. Ospita alcuni del mercato la domenica mattina e il mercato di Natale dicembre 2 ° fine settimana dal 1999.

Theatro comunale

Théâtre municipal de Forges-les-Eaux

Edificio pubblico costruito nel 1913 e dipinto in mattoni rossi.

Ciò è servito per molti anni un luogo di spettacolo, danza, teatro, concerto.

Dopo la seconda guerra mondiale, ha dovuto essere restaurato e al giorno d'oggi è usato occasionalmente da associazioni locali per varie attività.

L'interno, con il suo balcone e palcoscenico, conserva un fascino caratteristico.

 

Museo delle resistenza

Musée de la Résistance de Forges-les-Eaux

Situato in un post precedente del XIX secolo, il Museo della Resistenza e della Deportazione ha una superba collezione di oggetti e relazioni locali. locali di resistenza I fatti, lanci di aviatori britannici, l'intervento di brayons residenti per aiutare i paracadutisti ... ci vengono segnalati e il modo di brayons vita in quel momento.

Forges-les-Eaux fu occupata dall'esercito tedesco durante questi anni e ospitava gli uffici della Kommandantur tedesca presso l'Hotel Continental, il centro benessere e il casinò sono stati trasformati in deposito di munizioni.

La città è stata rilasciata 31 agosto 1944 da canadesi. Ogni anno, in questa data la città celebra questo evento.

City Hall

Hôtel de ville de Forges-les-Eaux

La città di Forges-les-Eaux dispone di una sala parzialmente storico.

Nel XVII secolo, l'edificio originale era di proprietà della famiglia che ha accolto Levaillant Luigi XIII, Anna d'Austria e Cardinal Richelieu durante il loro soggiorno nel 1633.

Rinomato per la sua acqua ferruginosa che hanno detto che stavano trattamento di anemia e infertilità, la regina non riusciva a dare un erede al regno, esce godere dei benefici delle fonti.

Forges-en-Bray (nome della città a quel tempo) non è il luogo di una signoria, non c'era il castello per accogliere gli ospiti reali.

E 'la più bella casa di Forges che è stata requisita: che il signor Levaillant, maestro vetraio della sua condizione.

Questo trattamento ha avuto un effetto benefico sulla salute dei famosi ospiti spa da alcuni anni dopo, Anna d'Austria ha dato alla luce a Luigi XIV e la città divenne così "Forges-les-Eaux" per decreto reale.

Nel XIX secolo, l'edificio era di proprietà di Jules Thiessé (1833-1912), deputato, discendente di Levaillant.

Hôtel de ville - Forges-les-EauxLui demolire e ricostruire la parte lungo invece Brévière. Solo sono stati tenuti Oratorio di Anna d'Austria e il parco lato Guardia di Finanza si trova. Alla sua morte, la casa è stata lasciata in eredità all'Università di Parigi.

 

Nel 1933, dopo l'espropriazione, la città riacquistò la casa e ha reso la città municipio, per sostituire il municipio, che è stato in precedenza il sito della stazione corrente. Diverse modifiche sono state effettuate le cui placcatura bianca facciata lato terra per delimitare il municipio gli altri edifici della piazza, il campanile dell'edificio con l'orologio, emblema della città che mostra il martello e l'incudine.

Landside, la facciata bianca è caratteristico di questo periodo di 30 anni e il lato del parco, il XIX e si incontrano XVII.

 

Park City Hall

Parc de l'hôtel de ville de Forges-les-Eaux

Dopo essere passati sotto il portico del municipio, troviamo parco del Municipio, chiamato anche Mondery Park. Una piacevole zona boschiva attorno a una fontana centrale.

Padiglione Anna d'Austria e Guardhouse

Su ogni lato del Municipio sopravvive due resti Levaillant della casa del XVII secolo.

Sulla destra, si può scoprire l'elegante oratorio di Anna d'Austria e di fronte, guardia del corpo sono stati di stanza dove i moschettieri del Re nel 1633.

Entrambi gli edifici evocano i materiali da costruzione che sono stati utilizzati nella zona in quel momento:

Inferiore della casa diverse file di arenaria sono stati disposti per proteggere la casa da umidità del terreno (la parola "Bray" significa fango in francese antico).

Poi, con il legno della foresta de Bray, il legno telaio è stato organizzato più o meno fantasiose basate sulle finanze del proprietario.

Questo è stato superato con mattoni che sono stati fabbricati in Bray per secoli attraverso l'argilla presente nel seminterrato.

La parte centrale e l'ala destra sono diciannovesimo al momento della ricostruzione del Vice Thiesse.

In occasione della visita reale, un teatro è stato installato nel giardino della casa in cui l'attore Levaillant Mondery giocato le parti del giovane scrittore Pierre Corneille Rouen. Così il talento del giovane autore è stato notato dal Cardinal Richelieu. Ricordando il parco prende il nome dal famoso comico che ha contribuito alla rivelazione di Corneille.

Le Cellier

Nella parte inferiore del parco, sulla sinistra, troviamo una cantina che ospita un lungo abbraccio del XVII-XVIII secolo torchio (non visitare). L'edificio è stato acquistato in una fattoria vicina alla fine del 1980 e ricostruito in questo luogo per ospitare la stampa acquisito allo stesso tempo.

Le cellier - Forges-les-Eaux

La piccola statua in bronzo è un dono di un artista Battice (Belgio) per celebrare l'anniversario del gemellaggio Forges / Battice che risale al 1961.

Collection de Faïences

Faïences à Forges-les-Eaux

Al 1 ° piano del Municipio, nella bella sala matrimoni, troviamo la bella collezione di terrecotte da Forges-les-Eaux chiamato "Old Forges" (visita solo su appuntamento dal Martedì al Venerdì presso l'Ufficio di Turismo).

Per secoli, sono stati fabbricati in molti luoghi la ceramica grossolana Bray. Il suo legno, l'argilla, le fonti del terreno affiorante, hanno sempre dato ceramisti vasai ciò che la loro arte fin dai tempi gallo-romana.

Molti ceramiche nel nord della Francia erano abituati a venire stock nella zona di Forges-les-Eaux.

E 'stato nel 1797 che un inglese di nome Georges Wood fondata a Forges-les-Eaux la prima ceramica. Ha imparato il mestiere di ceramista a Douai e Chantilly.

Produzione forgionne era popolare. Essa ha risposto ai gusti e alle aspettative dei clienti che si estende dalla classe media per i piatti più raffinati a brayons contadini che venivano a comprare solo i piatti di tutti i giorni di mercato.

Si distinguono due tipi di tessere: ceramiche sottili (chiamato Terra tubo) e la terracotta di spessore chiamato culi neri (faience latta).

Ta terracotta

Questo è stato ottenuto con argilla bianca, una crema bianca chiamata "pipa" perché questo argilla utilizzato anche per la fabbricazione di tubi.

Le parti sono solitamente realizzati allo stampo e le decorazioni con pennello e spugna. I bordi sono spesso circondati da una linea nera di manganese. La spugna è usato in decorazione su Marlis o per imitare il fogliame degli alberi. Questa spugna arredamento è una delle specialità Forges.

Terracotta di spessorre

Questo stile di ceramica conosciuta come "culo nero", viene eseguita con gray clay. Collection de faïences de Forges-les-Eaux

Essi sono chiamati asini neri per le seguenti parti è stato coperto con una glassa di colore marrone scuro che si ottiene usando l'ossido di manganese, utilizzato per la sua robustezza e il suo costo modesto. Essi incrinato.

La terracotta più raffinato è stato piuttosto lo scopo di benestanti, mentre la terracotta spessa, grossa, ha trovato le sue opportunità con gli abitanti più piccoli.

Abbiamo dovuto fino a 5 terracotta Forges-les-Eaux tutti situati Avenue des Sources, quest'ultima ha cessato la sua attività nel 1890.

Solo ora rimane al n ° 27 avenue des Sources, un edificio della ceramica di Georges Wood, trasformato in una casa privata.

Dopo la cessazione di attività, quasi tutte le ceramiche, workshop ... sono state distrutte per far posto a nuove costruzioni.

Diverse vetrine mostrano permettono di apprezzare una bella panoramica della ricchezza di queste piastrelle, la loro specificità.

Modelli museali

Musée des maquettes de Forges-les-Eaux

L'edificio che ospita il museo è costituito da una parte vecchia (a sinistra): ex stalla di casa Levaillant e una nuova parte che ospitava il Museo della Resistenza.

Nel 1970, reale Guyot, ferramenta nella regione di Parigi, si stabilì a Forges-les-Eaux per la pensione.

Rapidamente, per la cura, si esibiranno nel corso dei 16 anni di pensione oltre un centinaio di modelli con materiali riciclati, che rappresentano tutte le aree della campagna del XIX secolo agli anni '50.

Questi modelli sono ben evidenziati nel museo dai pannelli che rappresentano i paesaggi normanni creando un luogo unico e sorprendente. Questi dipinti sono opera del Sig Alemani. La maggior parte dei paesaggi, villaggi o case sono ispirati rappresentati nel Bray.

Luogo Brévière

Piazza principale della città, attorno al quale i negozi, caffè, ristoranti animano il centro della città.Louis Henri Brévière - Forges-les-Eaux

E 'stato prima occupato da una chiesa dedicata a San Nicola e un cimitero al XII secolo.

Questo edificio saccheggiato la rivoluzione è rimasto a lungo in rovina prima di essere demolita nel 1824.

Dopo l'arrivo di Luigi XIII nel 1633, questa piazza è stato originariamente chiamato Place Royale in memoria.

Dopo la scomparsa della Chiesa di San Nicola, divenne Piazza del Mercato e la Place de la Halle, dopo la costruzione di un burro sala distrutta nel 1946.

Infine divenne Brévière luogo durante l'inaugurazione del Busto dell'incisore nel 1873, il busto che è stato requisito dai tedeschi nel 1942 per essere fuso.

Oggi questo luogo è sempre dedicato a Louis Henri Brévière. Nato a Forges-les-Eaux, nel dicembre 1797 Fairies di strada, questo uomo renova xilografia in Francia, è stato nominato responsabile del progetto della stampa nazionale. Morì quasi rovinato nel sud della Francia nel 1869.

Il suo busto in bronzo si siede con orgoglio in fondo alla piazza. E 'opera dello scultore Bésus, inaugurato nel 1993.

Ogni anno il 1 ° Domenica di Ottobre, la città Brévière partito, diventano vacanze civica.

Fate strada

In questa strada è il luogo di nascita di Louis Henri Brévière, chiamato alla casa del Padre Uger (No ... la strada).

Questa è una delle più antiche case nella città di Forges-les-Eaux, originariamente costruito in pietra arenaria ferruginosa, e il fango con un tetto di paglia. Un bel piatto di terracotta commemorativa, il lavoro di ceramista Alexandre Audel, viene visualizzata in primo piano.

Questa strada è stato quello di portare a popolate fate legno misteriosi. La leggenda narra che durante una festa di cui uno ha spinto un Uger per ballare e per ringraziarlo gli ha dato una bottiglia di sidro. Sarebbe mai essere vuota come ha voluto mantenere il segreto. Ma Uger finalmente rivelare il segreto della bottiglia divino e rimase vuoto per sempre!

Maison natale de Louis Henri Brévière - Forges-les-Eaux

 

Strada Abbé Féret

Rue de l'Abbé Féret

Al numero 9 della via del Padre Feret, scopriamo un bellissimo edificio del XVII secolo. Questo sarebbe l'antica canonica della città.

Questi materiali sono tipici dell'architettura di quel tempo: l'uso di arenaria nella parte inferiore per proteggere dall'umidità (non dimentichiamo che la parola "Bray" in francese antico significa "fango") in legno (struttura in legno foresta Bray) e l'uso di mattoni.

Questa strada prende il nome dal sacerdote che ha avviato la costruzione della chiesa attuale nel XIX secolo.

Strada della Republica

Chiamato Grande Rue fino al 1902, non ci deve ricordare belle facciate restaurate in legno del XVIII secolo, costruito con materiali locali: pietra arenaria, legno e mattoni. In origine i tetti erano di paglia. E 'stato vietato dopo un incendio nel XVII che ha devastato gran parte della città, poi sostituita con piastrelle e ardesia nel XIX secolo.Rue de la République - Forges-les-Eaux

La grande costruzione bianca, la Scuola del Sacro Cuore al n ° 17 è stata fondata nel 1826 per iniziativa signora de Caulaincourt il cui marito era un uomo politico del primo impero, fedele di Napoléon Bonaparte. Vedova molto giovane, ha dedicato la sua ricchezza alle donazioni e lavora bienfaisances. Si fonda dunque questa scuola per l'istruzione delle ragazze, che diventerà il Cuore Scuola Sacro.

E 'ancora una scuola elementare privata mista il cui cortile interno offre una bellissima vista della campagna forgionne (disponibile solo quando il portico è aperto). Una piastra frontale racconta la creazione di questa scuola dalla signora Caulaincourt.

 

 

Strada Torquesne

Certamente una delle più antiche strade di Forges-les-Eaux. Il suo nome deriva dal fatto che, al momento dei Galli, la strada che porta alla foresta Bray, che era alle porte di Forges, in cui i Druidi hanno celebrato il loro culto al Dio Thor, dio del tuono, spesso incarnata da una quercia (etimologicamente "rovere Thor").

Oggi le piccole case basse originariamente costruito fango ricorda l'antichità di questa strada.

Piazza Général de Gaulle

Chiamato Green Square, Piazza della Chiesa, oggi è dedicato al generale de Gaulle in ricordo della sua visita alla nostra città nel mese di ottobre 1944, dopo la liberazione della Normandia.

Place du Général de Gaulle à Forges-les-Eaux

Al fondo di questa piazza si trova la chiesa di S. Eloi. Nei primi anni del XIX secolo, era in piazza la seconda chiesa Forges rapidamente costruita per sostituire la chiesa di Saint Nicolas Luogo di Brévière. Questo edificio conteneva molti difetti e doveva essere rasata rapidamente.

Questa chiesa è stata sostituita dalla chiesa attuale alla fine del XIX secolo.

Il monumento, che si trova al centro della piazza, è stato costruito nel 1921, circondato da 4 proiettili rappresenta un peloso ferito seduto sul pavimento. Su uno dei lati del monumento sono le braccia della città, una bandiera e la scritta: Nelle sue gloriose Forges città morta.

Chiesa Saint Eloi

Eglise Saint Eloi à Forges-les-Eaux

Questo è il 4 ° posto di culto cristiano costruito dai Forgions.

Chapelle Saint Eloi: il primo luogo conosciuto di culto nella città era situata al n ° 35 via della Repubblica. Ora resta alcune pareti di arenaria ferruginose nel seminterrato della casa.

Saint Eloi è il patrono degli orafi, ma anche tutti i lavoratori che si avvalgono del martello. L'attività di Forges è dovuto principalmente al tempo in l'estrazione e la lavorazione del minerale di ferro, non è sorprendente che il Saint Eloi è stato scelto come il santo patrono della città.

La prima vera chiesa fu costruita nel XII secolo alla corrente Brévière invece. Dedicata a Saint Nicolas, era in stile romanico e circondata da un cimitero. E 'stato parzialmente ricostruito nel XVI secolo. E 'stato completamente demolito nel 1824. Oggi in questa piazza, nulla rimane di questo edificio.

La seconda chiesa è stata costruita in modo rapido ed economico in cima al luogo corrente del generale de Gaulle. lavorazione ha portato le prove lunghe e la demolizione della struttura.

La chiesa attuale è stata costruita 1876-1878, lei e mattoni neogotico pietra con campanile assiale e coronale. Il molto luminoso interno non manca di armonia e maestosità. Le sue vetrate, disposte modo informativo, raffigurano scene del Vecchio e Nuovo Testamento.

Un piccolo libro "The Saint Eloi Forges-les-Eaux 1878 1978", pubblicato nel 1978, offre un'ampia descrizione dell'edificio (in vendita presso l'Ufficio Turistico).

Casa Beaufils

Situato a 11 Avenue des Sources, profonda arenaria vialetto pavimentato, questa superba villa era di proprietà di Mr e Mrs Beaufils, Forges-les-Eaux notaio. Questa casa era circondata da un parco e un lago ora scomparso. Il viale di ingresso permette di andare al campeggio comunale, passando vicino alle Fucine delle acque casa di riposo: Beaufils fondazione. Il Beaufils erano amici con la famiglia Flaubert.Maison Beaufils - Forges-les-Eaux

Così, nel 1848, con le rivolte della rivoluzione di luglio (causata dal regno di Luigi Filippo), tutte le principali città francesi sono in subbuglio.

Flaubert, sua madre e Caroline (nipote di Flaubert) decidono di lasciare la loro proprietà Croisset e rifugiarsi con i loro amici Forges. In realtà è per lo più per motivi familiari che Flaubert famiglia arriva a Forges. Il padre della piccola Caroline (la madre, di nome anche Caroline, sorella di Gustavo era morta di parto), Emile Hamard che è fuggito all'estero dopo la morte della moglie. Instabile psicologicamente, vuole riprendersi sua figlia. Da qui la necessità di lasciare Croisset, in attesa di trovare una soluzione giuridica.

Approfittando del suo soggiorno nella regione, Flaubert ha trovato l'ispirazione per uno dei suoi romanzi più famosi: Madame Bovar

 

Viale Fonti

Gravure de la collection Gaignières de 1696 - Forges-les-Eaux

Il viale delle fonti è stato successivamente chiamato viale dei Cappuccini, Rue Royale, Rue des Fontaines, Mineral Water Street, poi Avenue des Sources.

Fino a quando i secoli XVII-XVIII, la città di Forges fermato al livello della chiesa attuale. Alcune case allineate la strada sterrata che ha fornito l'accesso alle acque ferruginose nel paese verso il basso della città. Questo passaggio è stato alberato e servito come un lungomare.

Il piano Forges rappresentato incidendo la raccolta Gaignières 1696 (Biblioteca Nazionale) ci permette di vedere quello che sembrava la mappa della città in questo momento con 3 grandi spazi.

Il centro del Villaggio.

Il Convento dei Cappuccini e il suo grande parco.

La parte inferiore della città con le sue acque ferruginose.

Infatti, tra il numero 22 e 32 di questo viale, era il Convento cappuccini. Questo è il duca di Longueville, governatore della Normandia, che tra il 1630 e il 1631 ha dato la terra per un cappuccino monaci della comunità per poter stabilirsi in modo permanente in Forges e quindi per offrire il passaggio di bevitori d'acqua un luogo preghiere. Una cappella, edifici del convento e un parco sono stati ben sviluppato.

Per molti anni, questo era il posto ideale per Forges-les-Eaux. Gli ospiti sono andati lì a pregare, conversare nel grande giardino e soprattutto frequentano i festeggiamenti offerti dai monaci: giochi, intrattenimento, teatro, danza.

Saccheggiato la Rivoluzione francese, è stato venduto come bene nazionale nel 1791, ospitato la gendarmeria nel 1793 e nel 1826 la signora de Caulaincourt voluto fare una struttura per le persone che intendono sacerdozio. E 'stato, infine, una scuola dove i Fratelli Cristiani darà istruzione gratuita ai bambini del paese. Lo scorso rimane oggi i grandi edifici di mattoni rossi risalenti alla scuola dei fratelli, la cui facciata sono due nicchie con due statue religiose e lapide che ricorda la benefattrice la signora Caulaincourt.

Ponte Charleval

Avenue Verte - Forges-les-Eaux

Questa linea di Charleval è stata istituita per servire la valle Andelle. E 'servito Forges-les-Eaux / Serqueux Charleval Eure. E 'stata una linea a binario unico con 9 stazioni, tra Forges-les-Eaux Forges termica doppiati per la sua vicinanza al centro benessere, che era operativa agli inizi del XX secolo. E 'consentito il trasporto di latte, mele, legno ... Nessun costo, è stata chiusa al pubblico nel 1938, sperimentato ancora una volta alcune attività durante la seconda guerra mondiale. E 'stata definitivamente chiusa nel 1969.

Oggi questa vecchia linea è stata trasformata in percorso che collega Forges-les-Eaux a Dieppe, questo è un progetto europeo denominato "Avenue Verte", il cui obiettivo finale è quello di collegare Londra a Parigi a piedi, ciclismo e pattinaggio a rotelle.

Ponte Charleval, doppia volta in mattoni, permette l'attraversamento delle Avenue des Sources.

Porta Gisors

Questa maestosa facciata si trova vicino al Casinò viene dalla città di Gisors Eure. Porte de Gisors - Forges-les-Eaux

In origine era la facciata della cappella del convento carmelitano costruito nel XVII Gisors. L'edificio è stato costruito su iniziativa di François Subaffitto, ministro di Luigi XIII per la figlia che è entrato gli ordini.

Dopo la Rivoluzione francese, l'edificio è stato trasformato in un teatro della città ea bombardata durante la seconda guerra mondiale.

Proprietario di casinò Jacques Hébertot Forges nel 1950, ha acquistato nella città di Gisors ultima vestigia ancora intatta ed eretta nella città di Forges-les-Eaux al fine di ricreare un ambiente storico. Questo è anche il caso della facciata che è attualmente situato nel parco comunale piscina. Purtroppo dietro questa facciata è più incerto, si dice di venire da un casino di caccia che apparteneva a Madame de Maintenon, senza alcuna certezza.

Hotel Continental

Questo è il più antico hotel a Forges-les-Eaux costruita nel 1870.

Hôtel Continental de Forges-les-Eaux

A quel tempo, era uno degli edifici più moderni della città, dotati di acqua calda e gas energia elettrica a tutti i piani.

La sua architettura cottage come evoca gli edifici che si sviluppano nelle città termali, alla fine del XIX dell'architettura o resort prende la sua ascesa.

Durante la seconda guerra mondiale, la città era stata requisita dalla Croce Rossa e trasformata in una città ospedale, ospitava un ospedale britannico Franco, poi durante la seconda guerra mondiale, l'esercito tedesco installato gli uffici della sede tedesca.

Villa Richelieu

Villa Richelieu à Forges-les-Eaux

Questa bellissima villa in mattoni e legno dipinto in colori pastello si chiama Villa Richelieu.

Si tratta di un padiglione che è stato costruito nel 1867 a Parigi in occasione dell'Esposizione Universale. E 'stato il padiglione svizzero.

Alla fine della mostra, questo edificio completamente rimovibile come tutti i padiglioni espositivi è stato offerto alla città di Forges-les-Eaux, in preparazione per un soggiorno dell'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III.

Ironia della sorte, la vicinanza della statua del Cardinal Richelieu ha detto che gli ha dato qualche tempo dopo, il nome di Villa Richelieu!

Statua Cardinal Richelieu

Questa statua in bronzo del Cardinal Richelieu ci accoglie all'ingresso di Forges-les-Eaux, ai piedi del Casinò. E 'opera dello scultore Hippolyte Lefèvre. E 'di proprietà della Sorbona, dato alla città.

Questa scultura evoca la venuta del Cardinal Richelieu nella nostra città nel giugno 1633 accompagnato il re Luigi XIII e la regina Anna d'Austria. Statue du Cardinal Richelieu - Forges-les-Eaux

Cardinal Richelieu, Cardinal Richelieu Duca e Duca di Fronsac, nato 9 settembre 1585 a Parigi ed è morto 4 dicembre 1642 nella stessa città, è un sacerdote e statista francese, pari di Francia e primo ministro del re Luigi XIII.

Inizialmente destinato al mestiere delle armi, è costretto a inserire gli ordini per mantenere la sua famiglia il beneficio del vescovado di Luzon. Temporaneamente ministro degli Esteri nel 1616, si cardinale nel 1622 e primo ministro di Luigi XIII nel 1624. Rimase in carica fino alla sua morte nel 1642; Cardinale Mazzarino gli succedette.

Casino et ancien parc thermal

La parte inferiore di Forges è comunemente chiamato "vecchio quartiere termale."

Casino et ancien parc thermal de Forges-les-EauxCasino: Il primo casinò è stato costruito agli inizi del XIX secolo. Nel 1872 struttura è stata rasa al suolo per costruire una migliore attrezzato e soddisfare le aspettative dei clienti al momento.

Purtroppo questo magnifico edificio che può essere visto su vecchie cartoline che aspetto avesse, è stato distrutto da un incendio nel 1896.

Quello di oggi è stato inaugurato nel 1902-1903 ed è stato notevolmente rinnovato (facciata in stile dei templi greci) nel 1950, quando divenne proprietà di Jacques Hébertot.

Oggi, è il gruppo Partouche e tra i primi 15 casinò in Francia, famosa per le sue slot machines e giochi tradizionali.

Per quanto riguarda la prima spa, appare piuttosto tardi. Infatti fino ad allora, la stazione funzionare con un semplice ristoro, una piscina scoperta divisa in tre scomparti: Pippin Royale, Cardinale ... Le acque sono state considerate solo assorbimento benefico.

Il primo insediamento ed è nato per il 1840 è stato distrutto nel 1872 e un edificio più moderno, che offre servizi di qualità è stato ridisegnato. E 'questo edificio che sarà occupato durante la Seconda Guerra Mondiale e, purtroppo, vandalizzato. Rasato al rilascio, è stato sostituito da un chiosco. Questa soluzione, provvisoria originariamente proseguire fino alla fine della spa.

E 'sempre visibile stand del parco di casinò con queste piastrelle blu, è stato soprannominato durante la sua Parc thermal - Kiosque de Forges-les-Eauxcostruzione il disco volante. Dopo la guerra e fino ai primi anni 1980, è stato intorno a questa rotonda che gli ospiti termali venivano a bere Pipino, il Reale e il cardinale.

Oggi le valvole sono chiuse. Forges-les-Eaux non è più classificato Spa.

Vicino il gazebo e la statua del Cardinal Richelieu, vediamo un cancello in ferro battuto che incornicia una scala. Esso fornisce l'accesso a tre piscine sotterranee di Pipino, il Royal e il Cardinale (chiusa al pubblico). Le fonti ancora scorrono oggi, salteranno nel fiume Andelle Forges-les-Eaux, appena fuori, ma non sono più utilizzati in qualsiasi modo.

L'hotel "Forges Hotel" costruito nel 1990 (Club Med in origine) nel Casino del parco, ora è un 3 stelle, centro fitness dell'hotel (Domaine de Forges / Groupe Partouche).

 

Statua delle tre fonti

Questa bella fontana in bronzo rappresenta tre statue identiche di donne. E 'stato creato da artista Normand Jean Marc de Pas al passaggio all'anno 2000. Essa simboleggia le tre molle di ferro di Forges: Pipino, il Royal e il cardinale.

Statue des trois sources à Forges-les-Eaux

Le ville

Queste eleganti ville costruite vicino alla data di Casino dalla fine del XIX all'inizio del XX secolo. Si tratta di un superbo esempio di architettura resort che cresce in quel momento nelle terme.

In primo luogo costruito per essere affittate a ospiti spa in vacanza nel centro benessere, che diventano rapidamente insediamenti permanenti.

Questi cottage utilizzano materiali alla moda di questo periodo a causa di sviluppo industriale e la stazione sono accessibili e convenienti: mattoni, metallo, pensiline ...

Una passeggiata Hébertot St e Cyprien Riden permette di scoprire l'originalità e la ricchezza di stile.

Altri esempi sono visibili strade Lemarié, GODOUET, Marette e Beaufils: essi risalgono agli inizi del XX e sono stati destinati ad essere occupati tutto l'anno e non in affitto. Spesso erano costruiti da forgionne borghesia che viveva sul suo reddito.

Palazzo Epinay

Questo splendido edificio situato all'entrata di Forges, all'angolo di Avenue des Sources e viale Mathilde data 1863 mix di stile tra il maniero inglese e lo chalet svizzero. E 'stato di proprietà della famiglia Montalent, e servito come un luogo di accoglienza soprattutto durante le grandi feste di caccia ed era situato nel cuore del Bois de l'Epinay.

Oggi questo edificio la cui struttura è stata notevolmente modificata dall'originale, appartiene al Domaine de Forges.

Bosco di Epinay e laghi

Bois de l'Epinay à Forges-les-Eaux

Questo spazio situato di fronte al Casino è una delle principali attrazioni della città.

Sviluppato tra due fiumi, l'Andelle est ad ovest e capretto, il legno di Epinay offre una grande diversità di ambiente naturale e si estende su una superficie di circa 75 ettari.

Le essenze sono diversi ma parti presentano una degradazione forte causa di un eccessivo sfruttamento nel XIX da fornaci, fucine e ceramiche.

Gli stagni non sono naturali, sono state costruite su ex torbiere nel 1980, che permette di rendere lo spazio più accogliente.

Oggi classificato sensibile area naturale del Dipartimento, questo luogo offre 4 passeggiate abbastanza aperto al pubblico (ambientale e passeggiate nei boschi):

-Gli uccelli Mirror (550mètres) permette di aggirare il primo stagno.

Questa è una zona umida e la vegetazione è scelto per contribuire al consolidamento delle banche con uno stagno paesaggio.Etang à Forges-les-Eaux

-Selvaggio stagni (450 metri): creato nel 1989 su una palude torba, sono sfalsati su due livelli separati da dighe in terra. Alimentato dal fiume Andelle che ha la sua sorgente a monte nel legno. Wilder paesaggistica contribuendo alla nidificazione degli uccelli e anatre. La passeggiata si snoda lungo un lato.

-Il Faggio (1.250 metri): questa passeggiata per scoprire la parte imboschiti del Bois de l'Epinay. La grande presenza di betulle è perché dopo l'operazione di quello spazio da parte dell'uomo alla ferriera, laterizi, terracotta ... solo che questa sostanza è stata in grado recolonize quell'ambiente naturale.

-Chevrette (850 metri): La sorgente si materializza nel bosco su una piccola capanna di legno, la pianificazione già presenti nel XIX secolo. Una cabina era presente in quel momento è scomparso anche. Per capire l'originalità della fonte della capra, si dovrebbe sapere che circa l'anno 130 milioni sono stati depositati in una sabbia di mare poco profondo e ferro da smontati massicci granitici continentali. Queste formazioni fatte a nudo dall'erosione, sono attraversati da acqua piovana e molteplici rus sotterranei che genera. Si scioglie e provoca ossidi di ferro nelle sabbie. In questa acqua leggermente acida, il ferro rimane in sospensione, il che spiega questo strano colore che si scopre lungo il percorso.

Chevrette sfocia poi nel lago di Epinay, aperta alla pesca.

La Chevrette - Forges-les-Eaux

 

Stèle souvenir

Prendendo la strada dalla casa di caccia Relay marea per La Ferte St Samson, si passerà un monumento. Fermati un attimo e pensare a loro, avevano solo 20 anni per la maggior parte.

Halifax HD-R du 466th RAAF Squadron (Royal Autralian Air Force)
HalifaxHD-Rdu466thRAAFSquadron (RoyalAutralianAir Force)

Dalla ricerca del luogo dell'incidente presunta, sentendo diverse persone e dalle informazioni ei documenti forniti dal figlio del M CAMP, il Museo della Resistenza Forges-les-Eaux è stato in grado di ricostruire il la storia di Halifax e del suo equipaggio.

Commémorations Forges-les-EauxIl 18 aprile 1944 alle 21:16, la Halifax Mk III HD-R, n 956 del ventricolo sinistro 466a Squadron RAAF (Royal Australian Air Force), fuori dal campo Leconfield (Yorkshire). La sua missione: di bombardare gli impianti ferroviari di Tergnier (N Soissons).

Il percorso passa andare oltre Dieppe Londinières, Grandvilliers, Vic-sur-Aisne Tergnier poi. Ritorno passa nel frattempo il rollover Roye, Conty, Poix-de-Picardie, Aumale e Dieppe.

E 'importante sottolineare questo itinerario perché vediamo il ritorno della missione, che passò senza incidenti, l'aereo ha preso una strada più a sud rispetto al percorso pianificato, ed è per questo motivo che è stato sotto il fuoco dal NE antiproiettile e caccia notturna tedesca di Rouen.

Dopo essere stato colpito dalla contraerea (DCA) e le riprese di Martin Oblt DREWES III / NJG 1 (caccia notturno) in Hommage aux combattants à Forges-les-Eauxpiù punti (e posteriore del vano bombe), l'attentatore preso immediatamente fuoco. CASEY Il conducente e due mitraglieri SWAN LYALL e vengono uccisi dai proiettili che esplodono. Tutto il sistema di interfono viene distrutto prima che le ustioni e l'aereo ha cominciato a pungere. Si tratta di circa 4000 piedi (1300m di 4 sopravvissuti hanno abbandonato l'unità. Era circa mezzanotte. I 4 membri dell'equipaggio si sono trovati sparsi dopo il salto e hanno cercato ogni loro mano a testa per sud di tornare in Spagna e in Inghilterra, con più o meno successo.

Essi sono stati istruiti a rimanere nascosto almeno 24 ore prima di prendere qualsiasi passo. CAMP WALLACE e dopo molte avventure potrebbero raggiungere l'Inghilterra. WEIZEMAN e Richards sono stati meno fortunati e sono stati catturati un paio d'ore più tardi e trasferiti in un campo di prigionia in Germania.

Per ulteriori informazioni si prega di visitare il Museo della Resistenza e della Deportazione - Rue du Maréchal Leclerc 76440 FORGES ACQUE - Febbraio 35 90 64 07 (dalle 14h alle 18h).

 

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita per essere informato su tutti gli eventi!